Alexandra David-Néel

ALEXANDRA DAVID-NÉEL, pseudonimo di Louise Eugenie Alexandrine Marie David (1868 - 1969), scrittrice ed esploratrice francese, ha scritto oltre trenta libri di viaggi e sul Buddhismo. A diciotto anni inizia a viaggiare. Da Bruxelles si sposta in Spagna e poi in Francia, in bicicletta. Si trasferisce poi a Londra dove studia l'inglese e le filosofie orientali, e dove conosce il futuro fondatore del primo tempio buddhista in Europa. Rientrata a Parigi si iscrive alla Società Teosofica e segue le lezioni di Lingue Orientali alla Sorbona. Comincia a frequentare numerose società segrete, movimenti femministi ed anarchici. Negli anni 1890 e 1891 visita l'India e apprende le tecniche di meditazione dal maestro Swami Bhaskarânanda. Si trasferisce poi a Tunisi dove studia il Corano e nel 1904 si sposa con l'ingegnere ferroviario Philippe Néel. Dopo pochi anni ritorna in Inghilterra. Dal 1914 al 1916 vive in India, in eremitaggio in una caverna nel Sikkim, praticando esercizi spirituali con il monaco tibetano Aphur Yongden che divenne il suo compagno di vita e di avventure e che in seguito adottò come figlio. Impossibilitata a tornare in Europa a causa della guerra si reca prima in Giappone poi a Pechino, e di lì, travestita da tibetana, attraversa la Cina in piena guerra civile e a piedi raggiunge Lhasa. Dopo un breve soggiorno europeo, nel 1937 torna in Cina dove rimane, a causa della seconda guerra mondiale, fino al 1946. Muore in Provenza all'età di cento anni.

in catalogo