Sri Aurobindo

SRI AUROBINDO (1872-1950), uno dei massimi maestri spirituali dell'India del '900, nasce a Calcutta da padre medico; inviato a sette anni in Inghilterra perché riceva un'educazione occidentale e laica, frequenta le migliori scuole inglesi, apprende il latino, il greco e diverse lingue europee. Ottenuto un incarico presso il maharaja di Baroda, fa ritorno in patria; studia il sanscrito e le principali lingue indiane, e inizia un'instancabile attività politica fino a diventare una guida del movimento per l'indipendenza indiana. Verso i trent'anni si sposa. Sempre a causa dell'attività politica viene arrestato dagli inglesi, tenuto in isolamento per un anno e infine assolto. L'esperienza della prigione costituisce un passaggio definitivo dalla politica alla spiritualità. Nel 1910, Sri Aurobindo si reca a Pondicherry, allora colonia francese; dopo diversi anni di studio e pratica dello yoga fonda la rivista 'Arya', su cui inizia a pubblicare le sue opere, ed elabora un metodo che definirà 'yoga integrale'. Il numero di seguaci cresce fino alla formazione di un ashram, nel 1926, anno in cui il maestro si ritira in isolamento, lasciando a Mirra Alfassa, da lui chiamata 'la Madre', la direzione della comunità spirituale e dei discepoli.

in catalogo